I giudici ordinano la sospensione dei trattamenti per Eluana Englaro

A seguito di una sentenza della Cassazione che ha fatto giustamente scalpore alcuni mesi fa, si starebbe verificando un caso di eutanasia passiva.
E’ un fatto eccezionale nel nostro Paese, anche se non sono mancate le avvisaglie (in particolare in relazione a decisioni prese nell’interesse di persone soggette ad amministrazione di sostegno).
L’Italia si avvicina sempre più a riconoscere il diritto di scelta, per chi abbraccia un’etica non cristiana e più sensibile al concetto di qualità della vita.
Che ciò avvenga in relazione a persone non capaci di intendere al momento della sospensione delle cure deve far riflettere.
Un po’ deve far riflettere anche la scelta del tg2, di dare la notizia a metà telegiornale, con un annuncio di tre secondi netti letti dalla speaker senza servizi. Mi stupisco di me, che ho sentito. Spero sia solo perchè la notizia era appena giunta in redazione.
Mi spiace molto per la famiglia, che ha dovuto affrontare sofferenze devastanti e prendere la più dolorosa delle decisioni, senza aiuto da parte dello Stato, subendo ogni pressione ed accusa, per difendere ciò in cui la figlia credeva.