Un anno e non sentirlo!

snoopyQuesto blog ha da poco compiuto un anno.
Mi sono divertita, ho imparato un sacco di cose, conosciuto amici carissimi.
Bello! Un sacco!
Quelle cose che dici, ma non so se incominciare… Ma poi in fondo… E poi sei solo contento di averci provato.
Così, bom, lo stesso Tizio che mi consigliato di provarci e mi ha aiutato a creare l’account qui su blogsome, mi ha fatto pressing per passare ad un dominio.
Io ho nicchiato: ho detto che a me blogsome piace, mi trovo bene, condominio carino… Non riesco a mettere a cuccia il mio cane, figurati gestire un dominio… Non so se incominciare… Ma poi in fondo… Poi ho cominciato ad avere velleità di mettere funzioni diverse e sono usciti gli indirizzi .eu e insomma, ecco, ho deciso di fare il gran passo: trasloco il blog.
O meglio, mi sono fatta traslocare il blog dal cyber-camallo del campo di cocomeri: l’insegna sulla sua porta “omicidi su commissione violenze rapimenti” diceva che mi potevo fidare di lui.
Infatti il blog è pronto: eccolo!
Siate gentili: aggiornate link e feed, che ci tengo!
Ancora grazie agli amici che hanno reso speciale avere un blog e bello quest’anno trascorso.
Grazie al camallo, che è anche un po’ demiurgo, e grazie a blogsome.
Per inciso, se volete aprire un blog, potete cominciare con questa piattaforma, se lascio non è per necessità, ma per voglia di sperimentare.
Bacio!snoopy sopwith camel.jpg

I cerchi temporali non sono fantascienza

Da ebreo e israeliano, ieri, mi sono colmato di vergogna e di rabbia alla vista del barbaro comportamento dei ‘fascisti’, della sinistra estremista, che hanno profanato la sacralità della festa della liberazione del 25 aprile, assieme alla memoria dei caduti della Brigata Ebraica in Italia, dando alle fiamme le bandiere dello Stato d’Israele nel corso del corteo di Milano.

L’ambasciatore d’Israele in Italia, Ehud Gol.

Concordo totalmente.
Chi ha fatto una cosa simile è come quelli che il Paese cacciò 61 anni fa.
Sarebbe il caso di stroncare le loro azioni per tempo, e cioè prima di dover aggiungere un’altra festa al calendario.

Stasera ad alessandria

Per il brindisi di mezzanotte a salutare idealmente la Liberazione ci si affida agli Almamegretta, che il 24 aprile sera chiuderanno da guest stars la Festa d’aprile, l’evento che ormai da quattro anni segna la ricorrenza della Festa della Liberazione ad Alessandria.

Cambio di location: ad ospitare la musica della Liberazione sarà il chiostro di Santa Maria di Castello, dopo un corteo da Piazzetta della Lega (ore 20,45) con la Bandarotta Fraudolenta ed un “warm up” del gruppo etno Kaduu Africa.