Un post Surreale!!! (ovvero”Ossessionare il prossimo paga assai”)

pinguini luis sepulveda delgado aparain fratelli grim smile and wave

Lettera 3

Preg.mo Prof. Orson C. Castellanos
Mosquitos, Uruguay

Egregio professore,
ho ricevuto con grande piacere la Sua cortese lettera, giuntami un po’ umida e sbiadita per colpa della scandalosa condotta dei cetacei, che insistono ad accoppiarsi sguazzando nelle acque primigenie del golfo di Penas. E lo fanno non con il parsimonioso riserbo che la natura ha voluto per i grandi mammiferi, ma in maniera folle, frenetica, potrei persino aggiungere, se mi permette, con tenace e insistente spudoratezza. E non sono soltanto le balene a scatenare questo quilombo, come simpaticamente si dice nelle Sue terre orientali, ma anche i pinguini, uccelli flemmatici quant’altri mai, che hanno abbandonato la loro proverbiale monogamia per abbandonarsi ad ogni sorta di avventure amatorie, in cui non distinguono penne da squame, e più di un grongo e di un merluzzo ha visto macchiato il suo onore sottomarino.
Le malelingue di queste parti dicono che tutto è dovuto al naufragio dell’Ammiraglio Menem, piroscafo di bandiera siriana colato a picco qualche mese fa nelle idilliache acque del golfo, che a quanto pare non trasportava solo il mate dichiarato dal capitano alle autorità portuali, ma anche duecento tonnellate circa di farlopa, andata a fondo insieme alla nave. Può essere, visto che io stesso ho contemplato, in preda a legittima indignazione, il deprecabile e riprovevole spettacolo di un paio di granchi abbracciati sulla spiaggia che alzavano due chele ciascuno, scimmiottando tristemente il simbolo della pace o la V di vittoria. Può essere, ma il rigore scientifico mi vieta di fidarmi delle ciance della marmaglia.
Come Le dicevo, la Sua tanto attesa lettera mi è giunta un po’ umida e sbiadita, benché leggibile, per il fatto che i cetacei hanno rovesciato due volte la piccola lancia della posta e lo sfortunato Miguel Strogoff– così viene detto il nobile postino dai linguacciuti di queste terre- ha contratto una polmonite da cui ora si sta riprendendo su alcune pelli di pecora che gli hanno preparato alla meglio nella pulpería. Pover’uomo, nel suo febbrile delirio continua a ripetere che un pinguino con le ciglia ricurve insisteva a becchettargli le labbra.

Luis Sepúlveda, Mario Delgado Aparaín, I peggiori racconti dei fratelli Grim

NOTE

quilombo = bordello

farlopa = cocaina

pulpería = locanda