Embrioni uomo-animale

È previsto per domani il via libera del Human Fertilisation and Embriology Authority alla creazione di embrioni ibridi uomo-animale per la ricerca inglese. Gli scienziati potranno così creare embrioni con il trasferimento di cellule umane adulte, che contengono la maggior parte del materiale genetico, in ovociti animali denuclearizzati. Tale procedimento permetterà di superare l’attuale carenza di embrioni, da cui i ricercatori estraggono le cellule staminali su cui fare ricerca.
[…]
In particolare, gli scienziati puntano a trovare terapie per malattie come l’Alzheimer, il Parkinson e lesioni alla spina dorsale.

Sono le cosiddette chimere.
Capisco che il fine è dei più nobili, ma istintivamente mi fa un po’ impressione.
Soprattutto, mi spiace che se ne stia parlando così poco e credo che su temi così “universali” dovrebbe avere titolo ad esprimersi l’Unione Europea, mentre al momento non c’è neanche un dibattito nel nostro Paese, per quello che stanno decidendo oltre la Manica.