Richiesta l’archiviazione per l’anestesista di Welby

La Procura di Roma, a quanto pare, ha chiesto di non procedere penalmente per il medico che ha rispettato la volontà di Piergiorgio Welby di sospendere le cure.
La motivazione sarebbe questa.

L’interruzione della ventilazione meccanica realizzava la volontà di Piergiorgio Welby in esplicazione di un diritto a quegli spettante che trova la sua fonte nella Costituzione e in disposizioni internazionali recepite dall’ordinamento italiano, ribadito inoltre in fonte di grado secondario quale il codice di deontologia medica

E’ un buon inizio, ora bisogna aspettare di sapere se ci sarà un’opposizione all’archiviazione.