Quei reati un po’ così


Sovversione ai poteri dello Stato“: con questa accusa il Tribunale Intermedio del Popolo della provincia dello Shandong, nella Cina settentrionale, ha condannato a dieci anni di reclusione Ren Zhiyuan, 28 anni, di professione insegnante, colpevole di aver pubblicato e diffuso su internet uno scritto favorevole alla democrazia.
[…]
Da Pechino arrivano anche segnali contraddittori: la magistratura ha infatti ritirato le accuse contro Zaho Yan, collaboratore del New York Times, da 18 mesi in prigione. Arrestato nel settembre del 2004, Zaho era ritenuto colpevole di aver rivelato un segreto di Stato a cittadini stranieri, reato che viene punito con la condanna a morte. Dovrebbe essere rilasciato entro 48 ore: secondo gli osservatori, la liberazione di Zaho è legata alla prossima visita negli Usa del presidente cinese Hu Jintao, prevista per metà aprile.