Oh la la! La culture!

francia pirateria cultura internet

Oltralpe, si discute animatamente a proposito della diffusione della cultura attraverso internet.
Naturalmente, anche da loro, stringi-stringi, questo significa: che facciamo dei pirati?
Il ministro competente ha previamente ottenuto un accordo con l’industria dello spettacolo per migliorare l’offerta in rete.
Vorrebbe poi permettere il commercio dei film dopo 33 settimana dall’uscita delle sale, per ridurre l’incentivo alla pirateria.
Se ho capito bene, una sanzione penale sarebbe prevista solo per chi sfrutta finananziariamente le opere contraffatte, mentre per gli altri smanettoni si punta più ad un sistema del tipo: cartellino giallo, cartellino rosso, anche per un laziale sei poco perspicace.

Gli avversari però considerano questa riforma “lo stendardo di una crociata repressiva” a tutto beneficio di Apple e Microsoft.

Insomma, non ho ben capito, ma a me ’sti francesi son simpatici da morire.