Google Earth ha permesso la scoperta di una villa romana

Così dicono su La Sette. Purtroppo non sono riuscita a segnarmi riferimenti specifici.
Pare che un ragazzo abbia visto nelle foto dei campi della sua zona dei dislivelli di forma regolare e che li abbia riconosciuti come caratteristici di installazioni archeologiche.
A quanto pare è riuscito ad attirare l’interesse di studiosi che avrebbero riscontrato la presenza di una villa romana.
Se scopro di più aggiorno il post.

Aggiornamento

Il ragazzo si chiama Luca Mori e fa l’analista programmatore; grazie a Google Earth ha scoperto presso Sorbolo, un paese nel Parmese una villa che, dai frammenti di ceramica ritrovati in superficie, sembra risalire all’incirca alla nascita di Gesù. Mori ha un blog in cui spiega tutto.

Un commento su “Google Earth ha permesso la scoperta di una villa romana”

I commenti sono chiusi.