L’astensione è un venticello….

Uno degli effetti collaterali dell’invito all’astensione ai referendum è che rende sostanzialmente controllabili le scelte individuali: perchè è vero che il voto in cabina è segreto, ma il fatto di andarci no!
Chissà che bello appartenere ad un ambiente dove questo referendum è fortemente condannato e voler andare a votare.
Magari essere un anziano che vive in certi istituti religiosamente connotati oppure un iscritto ad un partito…
Ecco, non ci avevo pensato prima, ma mi sa che qualcuno ci aveva già pensato eccome!
Mi sa pure che non a tutti dispiace l’effetto distorsivo che si produce.
Mi sta venendo il nervoso.
Ma porca miseria!